Lo spread al 31 marzo 2015

Se confrontiamo le due istantanee di fine marzo e di fine febbraio, possiamo notare una sostanziale stabilità degli spread sia verso la Germania (da 102 a 106 bps), ma anche verso la Spagna (ferma a 6 bps) e verso la Francia (da 80 a 82 bps).

Però marzo non è stato un mese statico, basti pensare che, partendo dai 102 bps di fine febbraio, il differenziale di rendimento verso i tassi decennali tedeschi è sceso a 89 bps il 12 marzo, per poi risalire fino a 114 il 27 marzo e poi ripiegare leggermente a quota 106 per la fine del mese.

Allargando il confronto all’intero trimestre , possiamo osservare che la contrazione si è fatta più consistente sia verso la Germania (da 134 bps a 106), sia verso la Francia (da 106 bps a 82) e la Spagna (da 28 bps a 6). Per una corretta valutazione complessiva non dobbiamo dimenticare che il rendimento dei decennali tedeschi è passato dallo 0,54% di fine dicembre allo 0,17% di fine marzo (per cui la riduzione dei tassi italiani è stata anche più significativa).

Biconsulting Spread apr 2015

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

banner1
SiteLock