Rendimenti e volatilità dei BTP al 30 giugno 2015

L’azione congiunta dell’aumento dei tassi tedeschi e dello spread Italia-Germania sono le cause del deciso rialzo dei tassi italiani, accompagnato da un lieve irripidimento della curva.
E così, i tassi a due anni sono cresciuti nel mese di 25 bps (da 0,16% a 0,41%), quelli a 5 anni in aumento di 33 bps (da 0,89% a 1,22%), quelli a 10 anni in aumento di 45 bps (da 1,85% a 2,30%) e quelli a 30 anni in aumento di 40 bps (da 2,86% a 3,26%).
Naturalmente, queste variazioni hanno fatto male al valore corrente degli investimenti; considerando le rispettive duration modificate, le riduzioni di performance derivanti da tali aumenti sono state:  -0,24% sui biennali, -1,52% sui quinquennali (dopo una perdita identica del mese precedente), -4,02% sui decennali (che porta la perdita sui due mesi al 10%) e, soprattutto, -7,53% sui trentennali (che si va a sommare al -15% di maggio). Questi risultati portano in negativo i risultati dell’anno: -1,03% sui quinquennali, -3,80% sui decennali, -0,86% sui trentennali, mentre le performance dei biennali rimangono in territorio positivo per solo lo 0,18%.

Biconsulting Curva btp lug 2015

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

banner1
SiteLock