I tassi guida a fine 2015

L’anno si è chiuso con un lieve shift parallelo delle curve dei tassi tedeschi e statunitensi di circa 10 bps.

 Il confronto, però, diventa più evidente se viene effettuato rispetto ai valori di fine 2014: così i tassi tedeschi sono calati di 23 bps a due anni, di 4 bps a 5 anni, ma sono aumentati di 8 bps a 10 anni e di 10 bps a 30 anni; il tutto porta ad un lieve irripidimento della curva.

I tassi USA, invece, sono aumentati di 42 bps a 2 anni, di 16 bps a 5 anni, di 13 bps a 10 anni e 29 bps a 30 anni. La curva ha subito un doppio movimento: di appiattimento (per il maggiore aumento dei tassi a breve) e di appesantimento delle componenti a medio termine.

L’andamento, però non è stato uniforme nell’anno e questo è visibile dai quattro grafici allegati:

Biconsulting Tassi a due anni 2015

Biconsulting Tassi a cinque anni 2015

Biconsulting Tassi a dieci anni 2015

Biconsulting Tassi a trenta anni 2015

Queste variazioni, come abbiamo visto nel corso dell’anno, sono scaturite da situazioni ed aspettative differenti, ma hanno condizionato, a volte pesantemente, non solo i mercati obbligazionari, ma anche quelli azionari, condizionati appunto da previsioni a volte positive, ma più spesso negative.

Se passiamo ad un’analisti storica dell’andamento dei tassi, possiamo osservare soprattutto come questo sia sempre stato differente tra i due paesi, condizionato da situazioni economiche e valutazioni di politica economica completamente diversi:

Biconsulting Tassi a due anni 2010 2015

Biconsulting Tassi a cinque anni 2010 2015

Biconsulting Tassi a dieci anni 2010 2015

Biconsulting Tassi a trenta anni 2010 2015

Diamo, infine, un’occhiata all’inclinazione delle curve, attraverso lo spread due-trenta anni:

Biconsulting Curve 2010 2015

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

banner1
SiteLock